“Fundraising: un fatto di cultura!”

Così è stato intitolato il  percorso di interventi organizzato da ASSIF – Associazione Fundraiser Italiani per il Salone dell’Arte e del Restauro a Firenze, al quale abbiamo partecipato venerdì 9 novembre. Il percorso aveva come obiettivo quello di evidenziare le strategie tra cultura e fundraising nell’ottica di uno sviluppo sinergico di entrambi i settori. Concordiamo pienamente con quanto scritto nel comunicato di ASSIF, “se cresce la cultura del fundraising, la cultura può crescere attraverso il fundraising.”

Condividendone gli intenti, abbiamo accettato con grande piacere l’invito a parlare di crowdfunding per la cultura nella sessione dedicata al crowdfunding come nuovo strumento di fundraising online. Il fundraising sta diventando sempre di più una parte fondamentale e integrante nelle organizzazioni e ancor di più nelle organizzazioni culturali visti i tagli continui, segnali di una crescente marginalità della cultura. Impostare un piano di fundraising può essere solo un fattore di crescita per gli enti che operano nel settore culturale che hanno la necessità impellente di diversificare le loro fonti di finanziamento. L’errore più grande che può fare un’organizzazione culturale è quella di dipendere da un unico sostenitore, sia pubblico che privato.

La chiave di volta per poter garantire la sostenibilità e la realizzazione di nuove iniziative culturali è quella di rivolgersi a diversi “mercati”, iniziando a sollecitare anche il mercato dei privati cittadini, che da sempre sono invece stimolati prevalentemente da cause sociali e umanitarie. Fund For Culture è uno strumento nuovo per fare fundraising per la cultura e, integrato con gli altri strumenti, può essere utile proprio per andare a sollecitare i singoli individui, coinvolgendoli direttamente nel raggiungimento di un obiettivo comune in nome di un ideale condiviso che è la cultura come bene di tutti.

Stay tuned!

Questa voce è stata pubblicata in Crowdfunding e dintorni, Fund For Culture, I fili del sentiero. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>